Il corteo nuziale

 

Il corteo nuziale

Ovvero come effettuare correttamente l’ingresso per il rito nuziale.

Secondo il Galateo, gli ospiti dovrebbero essere tutti già seduti all’interno ancor prima dell’ingresso dello sposo. Una missione impossibile è già faticoso riuscire a farli entrare prima dell’ingresso della sposa, ma se vi trovate ad un evento molto formale sappiate che questa è la prassi.

I parenti e gli amici della sposa prendono posto nelle sedie a sinistra e quelli dello sposo a destra. La prima fila è dedicata ai genitori degli sposi e al corteo nuziale. 

Quando tutti gli ospiti sono accomodati e la sposa è quasi arrivata, lo sposo fa il suo ingresso dando il braccio destro alla madre e resterà da solo in piedi ad attendere la sposa davanti all’altare.

La sposa entra alla sinistra del padre, giunto all’altare questi “affida” la figlia al genero, stringendogli la mano e andando a sedersi al primo banco a sinistra. Se ci sono paggetti e damigelle, i primi precederanno la sposa e le seconde la seguiranno.

La sposa ha in genere un lieve ritardo, massimo di 15 minuti, serve a fare in modo che al suo arrivo tutti si siano sistemati al loro posto.

In caso di mancanza del padre della sposa o della mamma dello sposo, il parente stretto più vicino affettivamente ne farà le veci.

Terminato il rito, espletate le formalità e fatte le foto, lo sposo dà il braccio destro alla sposa e apre il corteo d’uscita.

Nei casi più semplici tutti gli ospiti saranno fuori per il consueto lancio di riso o petali a seconda delle regole del luogo ove è stato celebrato il rito. In caso di un matrimonio più formale, gli sposi saranno seguiti dai paggetti e dalle damigelle, poi dal padre di lei con la madre di lui e dal padre di lui con la madre di lei. Una volta fuori, si da il via all’esplosione gioiosa di amici e parenti tra lanci di riso e petali, abbracci e saluti.

In realtà è tutto, generalmente molto semplice e intuitivo esclusa l’innata difficoltà di far accomodare tutti al posto prima dell’ingresso della sposa. A tal proposito voglio dire la mia: “è brutto vedere un codazzo di persone che entrano in modo scomposto e disordinato dietro di lei e ancor più brutto vedere la navata vuota. Quindi, se davvero volete bene alla sposa, accomodatevi al vostro posto, per vedere tutti i dettagli dell’abito avrete tempo, l’ingresso è il momento dedicato ai futuri sposi, lasciate che i loro occhi si incontrino senza interferenza alcuna.

Contattami

  • Informativa Privacy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo con i tuoi amici