011.0446617 - 339 6937348 info@comeneisogni.com

Regole Matrimoni e Cerimonie 2021

Matrimoni e Cerimonie 2021:

le nuove regole

A partire dal 15 Giugno, anche in zona gialla, possiamo tornare a celebrare e festeggiare i matrimoni e tutte le altre feste conseguenti a eventi religiosi o civili. In concreto cosa vuol dire e quali regole dobbiamo seguire? Le fonti ufficiali e non quelle ufficiose!

Decreto Legge del 18 Maggio 2021 – Articolo 9 comma 2 che recita testualmente:

“2. Dal 15 giugno 2021, in zona gialla,  sono  consentite  le  feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, anche al  chiuso,  nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi  dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020 e con  la  prescrizione che i partecipanti siano muniti di  una  delle  certificazioni  verdi COVID-19 di cui all’articolo 9 del decreto-legge n. 52 del 2021.”

Da questo si evince che se si è in zona arancione o rossa restano vietate e che in zona bianca sono concesse anche prima del 15 Giugno. In zona bianca sono concesse anche le altre feste: compleanni, feste di laurea, diploma e via dicendo.

Altro elemento importante di questo articolo riguarda la certificazione verde detta anche Green pass, riservata ai partecipanti. I partecipanti sono gli ospiti e gli sposi: cioè le persone che hanno ricevuto  la partecipazione a partire dai 2 anni in su. Gli operatori sono esclusi da quest’obbligo e le motivazioni sono abbastanza palesi. Il pericolo, durante eventi di questo tipo sono gli abbracci, i contatti ravvicinati, l’abbassare la guardia durante un giorno di pura festa. Questi problemi non ci sono con i fornitori che sono li per lavorare e non certo per abbracciare o avere contatti ravvicinati con persone che non conosco. 

Come si ottiene il Green pass?

  • Dopo 15 giorni dalla prima vaccinazione
  • Aver superato da meno di 6 mesi il covid ed essere guariti
  • Aver fatto un tampone 48 prima dell’evento.

La certificazione verde non va mostrata ad alcun fornitore, contiene dati sensibili e il garante della privacy si è espresso molto chiaramente in merito, sulla G.U. 104 del 3 maggio. Andrà esibita solo in caso di controllo da parte di un ufficiale delle forze dell’ordine al pari di un qualunque documento di identità. Nessuna autocertificazione è prevista dalla attuali normative

  Art. 12 Linee guida e protocolli 

“1. I protocolli e le linee guida di cui all’articolo 1,  comma  14, del decreto-legge n. 33 del  2020  sono  adottati  e  aggiornati  con ordinanza del Ministro della  salute,  di  concerto  con  i  ministri competenti per materia o d’intesa con la Conferenza delle  regioni  e delle province autonome. “

Abbiamo dovuto attendere che il Ministro della salute, d’intesa con la Conferenza delle regioni e delle province autonome stilassero le linee guida. In data 29 Maggio è uscita l’ordinanza del Ministero della Salute con allegate appunto le linee guida.

Punti salienti delle linee guida e dei protocolli:

  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare. Quindi è necessaria preparare una cartellonistica informativa da mettere in vista all’interno della location, consiglio di inserire un foglio informativo anche all’interno della wedding bag.
  • Definire il numero massimo di presenze contemporanee in relazione ai volumi di spazio e ai ricambi d’aria ed alla possibilità di creare aggregazioni int tutto il percorso di entrata, presenza e uscita.  Come vedi non c’è un numero massimo di presenze, ma questa va calcolata in base agli spazi effettivamente disponibili, saranno quindi il catering insieme alla location o in alternativa il ristorante a stabilire la capienza effettiva.
  • Potrà essere rilevata la temperatura e impedito l’accesso a chi abbia più di 37,5°
  • Necessario rendere disponibili gli igienizzatori per le mani sia per i clienti che per il personale.
  • Evitare assembramenti
  • Mantenere l’elenco dei partecipanti per 14 giorni
  • Mantenere almeno 1 metro di distanza tra i tavoli, estendibile a 2 metri a seconda dell’andamento epidemiologico. La distanza tra le persone dovrà essere di 1 metro, fanno eccezione le persone che in base alle disposizioni vigenti non devono mantenere la distanza: per esempio i conviventi.
  • Bisogna privilegiare l’uso degli spazi all’aperto sempre con la regola del distanziamento di 1 metro. Quando si usano gli spazi interni è bene consentire un buon ricambio d’aria tenendo il più possibile aperte porte e finestre. 
  • Mascherina: valgono le regole generali, allo stato attuale va indossata sempre a meno che non si sia seduti al tavolo. Immagino che più avanti questa regola possa essere allentata ma dobbiamo attendere le disposizioni e attenerci ad esse
  • Buffet, confetta, candy table… Sono possibili solo con somministrazione da parte di personale incaricato o se confezionate singolarmente. In ogni caso vi è l’obbligo, del distanziamento di almeno 1 metro tra le persone.
  • È possibile il ballo purché venga mantenuta la distanza interpersonale di almeno 1 metro all’esterno e di almeno 2 metri all’interno. I balli di coppia, sono dedicati ai conviventi e congiunti.  È quindi possibile sia il ballo degli sposi che quello con i genitori, allo stesso modo possono ballare accoppiati i fidanzati e i coniugi o i conviventi.
  • Guardaroba. Gli indumenti dovranno essere riposti in appositi sacchetti porta abiti.
  • Le superfici vanno disinfettate e pulite prima di ogni utilizzo.

Come vedi non è impossibile celebrare il proprio matrimonio, le regole dei matrimoni sono un po’ più stringenti della scorsa estate ma i punti chiavi sono:

Possesso della certificazione verde, adeguata informazione e distanziamento di almeno 1 metro.

Tutte le regole esposte qua sopra, sono conseguenti a quanto attualmente in vigore. Possono cambiare pertanto, l’unico consiglio che posso dare agli sposi è di cercare sempre le fonti ufficiali quindi unicamente quello che viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Tutte le altre informazioni sono più utili a un salotto televisivo che non a chi si deve sposare o in questo settore lavora.

Wedding Partner